Categories:

Dormire sopra le nuvole? A Shanghai è possibile!

Camminare sulle nuvole è forse uno di quei sogni che l’uomo non riuscirà mai a realizzare. Da quest’anno però è possibile fare un’altra cosa altrettanto significativa e suggestiva: dormirci.

Un’incredibile e inedita esperienza che può essere vissuta solo volando in Cina, dove da pochi mesi è stato inaugurato il J Hotel: la struttura ricettiva situata più in alto al mondo. L’albergo si trova infatti all’interno della Shanghai Tower: non solo il grattacielo più alto della Cina, ma stiamo parlando del secondo edificio più alto del mondo, con un’altezza di 632 metri distribuiti su 128 piani.

J Hotel intreccia influenze provenienti da diversi regni dell’arte e della cultura, per portare una prospettiva di lusso unica a Shanghai. Una struttura in cui può si trovare il meglio in termini di accoglienza, benessere e relax, cibo e bevande, tecnologia, tradizione e innovazione.

La torre dispone di 165 camere e 34 suite, tutte con servizio di maggiordomo 24 ore al giorno 7 giorni su 7, una piscina coperta, vasca da bagno a forma di petalo di magnolia, una spa di lusso con particolare attenzione ai trattamenti Reiki, servizi da tè cinesi completi in ogni camera.

La camera di punta dell’hotel, la Shanghai Suite al 98° piano, è grande 380 metri quadrati e dispone di soggiorno separato, camera da letto, spogliatoio, studio, cucina e area di fisioterapia.

Per dormire nella camera “meno costosa” bisogna spendere 3.601 RMB (poco meno di 600 dollari) a notte, mentre la J Suite – una tacca meno elegante della Shanghai Suite – costa 67.628 RMB a notte (circa 10.500 dollari).

Al piano 84 troviamo il centro benessere e fitness Reiki, che dispone di una sala yoga, una piscina e una terrazza panoramica. Al 120° piano è stato realizzato un mosaico artistico, un murale lungo 30 metri che interpreta un dipinto del pittore cinese Zhang Daqin, ‘King of Dongdan on Horseback’.

Naturalmente l’hotel è anche il paradiso della cucina gourmet con i suoi sette ristoranti e bar. Non possiamo non partire dal Heavenly Jin, che, situato a 556 metri da terra, è uno dei ristoranti più alti del mondo e propone una cucina fusion tra diversi stili: moderna europea, giapponese e cinese raffinata.

Al 104° piano troviamo il ristorante giapponese Kinnjyou Inaka, specializzato in cucina Kaiseki e Teppanyaki; il ristorante cinese Jin Yan, che serve piatti della tradizione cantonese; immancabile il ristorante italiano, il “Centouno”, ddove pasta fatta in casa, formaggi, salumi e le classiche ricette della tradizione mediterranea sono i protagonisti del menù. Chiudono l’offerta gastronomica dell’hotel la Lobby Lounge, la Yi Lounge e il Cafè & Patisserie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *