Categories:

Colpo di sonno: come riconoscerlo ed evitarlo

Quando si guida per ore, soprattutto di notte e su lunghi rettilinei, il colpo di sonno è in agguato. A differenza di quello che in molti pensano, non ci sono persone più o meno soggette al colpo di sonno: in alcune circostanze, infatti può capitare davvero a tutti.

Il colpo di sonno è considerato, a ragione, uno dei rischi più gravi per qualsiasi automobilista. È questione di attimi: basta davvero poco per perdere il controllo della vettura e rischiare di ritrovarsi in un incidente che, in molte circostanze, può diventare mortale.

Prima di parlare di come riconoscere un colpo di sonno, è fondamentale ricordare cosa si può fare per evitarlo. Di seguito i comportamenti responsabili da seguire prima di salire in macchina e intraprendere un lungo viaggio.

Mettersi alla guida solo dopo aver riposato un giusto numero di ore: sappiamo molto bene (ne abbiamo parlato più volte anche sul nostro blog) quanto la privazione del sonno incida negativamente sul nostro organismo. Concentrazione e attenzione possono venire meno, quindi mettersi alla guida assonnati o con poche ore di sonno alle spalle è senza dubbio una pessima idea.

Evitare di partire dopo aver esagerato con cibo e alcol: anche un’alimentazione scorretta può causare un colpo di sonno. Se puoi scegliere, parti dopo aver fatto una bella colazione a base di zuccheri, fibre e bevande leggere. Mettersi alla guida dopo un pranzo o una cena pesante è sconsigliato. Per non parlare dell’alcol, assolutamente da evitare.

Se sei a casa e devi metterti alla guida dopo pranzo o dopo cena, prenditi il tuo tempo e rilassati per qualche minuto. Potresti riposare su una poltrona comoda e favorire la digestione prima di salire in macchina.

Come la nostra Poltrona Venere motorizzata: elegante e comoda, offre una seduta confortevole grazie alle sue proporzioni perfette. Ideale sia in ambienti giorno che notte, è adatta per i propri momenti di relax e indicata per persone con difficoltà motoria, o anche solo.
Guardala sul nostro shop: questo mese la trovi a un prezzo davvero speciale scontata del 55%!

Non bere troppo caffè: contrariamente a quanto si pensa, un’eccessiva assunzione di caffeina non allontana il rischio del colpo di sonno, perché superata una certa dose questa sostanza accentua la sudorazione e può provocare il verificarsi di irregolari frequenze cardiache e tremori.

Non tenere la musica troppo alta quando guidi: il volume alto non contribuisce a farci restare svegli. Anzi, produce l’effetto contrario e distrae l’automobilista.

Riconoscere il colpo di sonno

Se per qualche motivo non si riesce a rispettare una delle precedenti raccomandazioni, a questo punto diventa indispensabile capire come può manifestarsi un colpo di sonno, in modo da riconoscerlo in tempo ed evitare uno schianto che potrebbe essere fatale.

I principali sintomi sono:

●  sbadigliare frequentemente

●  accusare rossore e lacrimazione agli occhi

●  notare disturbi visivi e difficoltà nella messa a fuoco

●  confondere la segnaletica e chinare il capo verso il basso

●  iniziare usare impropriamente il freno e avere difficoltà a dosare la velocità

●  cercare spesso di cambiare posizione sul sedile

●  difficoltà a tenere in traiettoria il veicolo.

Se ti accorgi di uno di questi campanelli d’allarme, fai la scelta più responsabile: fermati, cerca di dormire (anche solo per mezz’ora) e riparti solo quando ti senti davvero in di guidare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *