momento-migliore-per-dormire-blog
Categories:

Qual è il momento migliore per andare a dormire?

Partiamo subito con una certezza: la risposta a questa domanda non può e non potrà mai essere “quando abbiamo sonno”.
Già, le cose sono molto più complicate di così.

Che la privazione del sonno causi effetti negativi al nostro corpo (metabolismo lento, peggioramento dell’umore, stanchezza, scarsa concentrazione, mal di testa) ormai è risaputo e a dimostrarlo ci sono centinaia e centinaia di studi scientifici condotti nel corso degli anni.

Quando ci si ferma ad analizzare il rapporto che ognuno di noi ha col sonno, una delle prime cose che ci verrebbe da chiedere è: “ma qual è l’ora giusta per andare a dormire?”. Un’ora “giusta” in realtà non c’è, perché dipende ovviamente dall’ora in cui è fissata la sveglia.

Le linee guida indicano che un tempo accettabile per un adulto è rappresentato da almeno 7 ore di sonno. La cosa importante da sapere però, è che il sonno è fatto da cicli di circa 90 minuti ciascuno.

Facendo un rapido calcolo quindi, per avere un sonno ottimale (tra le 7 e le 8 ore), bisognerebbe cercare di completare almeno 5 o 6 cicli completi di sonno. Questi cicli di solito sono intervallati da 20-30 secondi di risveglio: un’abitudine che dobbiamo ai nostri avi, perché potessero guardarsi in giro assicurandosi che tutti fossero al sicuro, e poi riaddormentarsi.

Un’altra cosa importante da tenere a mente, è che in media servono almeno 10-15’ prima di addormentarsi, quindi questo lasso di tempo va considerato quando stabiliamo l’ora di andare a letto.

Facciamo quindi un esempio concreto. Se punti la sveglia alle 7.00, per completare cinque cicli di sonno dovrai andare a dormire intorno alle 23.15. Per portarne a termine sei, invece, è meglio andare a letto intorno alle 21.45.

Per dormire bene e soprattutto riuscire a completare un numero sufficiente di cicli del sonno, ci sono due trucchetti importanti da seguire: il primo riguarda l’attività fisica. È bene farla con continuità, ma è meglio evitare di fare esercizio nelle ore vicine al momento di coricarsi.

L’altro riguarda l’ora della sveglia, che dovrebbe essere più o meno sempre la solita. Anche se non è vero che le ore di sonno che precedono la mezzanotte “valgono di più” di quelle che la seguono (quindi è sbagliato sforzarsi ad andare a letto presto), mantenere una certa regolarità è fondamentale per garantirsi un buon sonno.

Double Air massage 4.0: doppio comfort in un unico materasso

Avere un sonno regolare è importante, ma secondo noi non esiste regolarità se non c’è comodità. Per questo abbiamo pensato ad un materasso che potesse soddisfare qualsiasi esigenza di comfort.

Così abbiamo dato vita a Double Air Massage 4.0, della Linea Ortosana, che racchiude l’energia di due materassi in un unico materasso dal doppio comfort.

Il materasso è composto da una lastra in Elioform e da una in Memory Bugnato, entrambe con lavorazione massage 5 zone, garantiscono comfort e giusto sostegno. La prima fornisce la rigidità ideale per un supporto corretto di tutto il corpo, mentre il Memory è perfetto per chi ama un riposo avvolgente.

L’imbottitura invece è in Fiber Fresh, una fibra che garantisce un extra comfort durante il sonno e, grazie alle sue proprietà di termoregolazione, assicura freschezza.

Scopri tutte le caratteristiche del materasso Double Air Massage 4.0 sul nostro shop online o vieni a trovarci in uno dei nostri showroom!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *