Categories:

Le maratone di serie TV tra le cause di insonnia

Quando qualcosa ci piace e ci appassiona, che sia una persona, un piatto o un libro non ne possiamo fare a meno. Traiamo piacere nel passare del tempo con le persone che ci fanno stare bene, nel mangiare il nostro piatto preferito, nello sfogliare e leggere le pagine di un libro interessante e nel guardare le serie TV. A differenza dei film o programmi televisivi che hanno una loro durata e timing prestabiliti, le serie TV sono fruibili in ogni momento e si può guardare una puntata dopo l’altra in totale libertà e senza pubblicità. Le interruzioni pubblicitarie sono spesso considerate un elemento di disturbo, non sono particolarmente apprezzate, ed è questo uno dei principali motivi che spinge la maggior parte delle persone ad iniziare a vedere delle serie sulle app dedicate alle smart tv.
Oggigiorno i vincoli non ci piacciono, vorremmo anzi avere tutto sempre a disposizione e possibilmente anche personalizzato e i servizi delle app per i televisori di nuova generazione, che possono essere fruiti anche da altri dispositivi come tablet o computer, portatili e non, rappresentano un’ottima soluzione.
Pensiamo infatti alla stanchezza che ci assale dopo una giornata fuori casa, piena di impegni e frustrazioni: vorremmo solo un po’ di relax e tranquillità. E di questi tempi sappiamo che relax significa divano, divano significa televisione, e televisione significa serie tv.
Così ci ritroviamo distesi comodamente sul divano, o sul letto, a guardare due, tre, quattro puntate, se non di più, della nostra serie preferita. Il sonno dopo un po’ comincia a farsi sentire, ma la voglia di sapere come va a finire quel che stiamo seguendo è tanta, troppa, non si può contenere. Ecco che premiamo Play e diamo inizio ad una nuova puntata, “l’ultima”. Mentalmente ci facciamo come una promessa che ogni puntata extra è l’ultima, ma poi finisce “sul più bello” e vorremmo vederne ancora.
Questo fenomeno si chiama binge watching e oltre a farci sentire più stanchi all’indomani della maratona della serie tv perché avremo dormito poco, ci rende meno lucidi e meno attenti. Un gruppo di ricercatori dell’Università di Lovanio, che si trova in Belgio, ha condotto uno studio su oltre 400 giovani studenti dai 18 ai 25 anni dal quale è emerso che la visione eccessiva di serie tv influenza negativamente la qualità del sonno.
I ragazzi che si sono prestati allo studio hanno infatti rivelato di dormire peggio dopo aver visto tante puntate di una serie senza sosta e il motivo di questa situazione si rintraccia nell’eccitazione e nell’agitazione che i telefilm suscitano. Avvincenti o drammatiche che siano, le puntate di queste serie, ci coinvolgono così tanto che anche quando andiamo a letto un pensiero a quel che abbiamo appena finito di vedere lo facciamo, è inevitabile. Quindi, avendo addosso uno stato di eccitazione abbiamo maggiori difficoltà a prendere sonno, nonostante il sonno e la stanchezza accumulata.
Dovremmo quindi imparare ad avere un maggior autocontrollo e guardare due puntate di media ogni sera e concederci eventualmente delle maratone fino a notte tarda solo un giorno a settimana, come nel weekend per esempio se l’indomani abbiamo la possibilità di dormire e recuperare un po’ le energie. Il problema si pone infatti solamente se il cosiddetto binge watching diventa un’abitudine quotidiana perché si rifletterebbe immediatamente sulle nostre performance durante lo stato di veglia, ma limitando le maratone ad un solo giorno a settimana non si corrono rischi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *