Categories:

La dieta del sonno: dormire per dimagrire

Un numero crescente di ricerche universitarie e scientifiche negli ultimi anni ha avuto come oggetto la correlazione tra il sonno e la dieta. Quello che gli studiosi si sono chiesti è: dormire poco fa ingrassare? Dormire tanto, al contrario, fa dimagrire? A livello macro dai risultati degli studi condotti è emerso che esiste sì una correlazione tra la linea e le ore di sonno e che sono proprio quest’ultime ad influenzare il nostro metabolismo ed il controllo del peso.
La regola quindi di dormire tra le 7 e le 8 ore a notte è sempre valida ed è importante seguirla costantemente per mantenere il proprio peso forma. Tra le varie abitudini che scandiscono le nostre giornate dovremmo adottare quella sana di riposare almeno 7 ore ogni notte per sentirci meno stanchi e con i riflessi rallentati l’indomani, ma soprattutto per evitare di ingrassare. Sì perché dormire poco fa aumentare l’appetito e fa diminuire il senso di sazietà.
Dormire meno di 6 ore a notte stimola infatti l’ormone della fame, aumenta cioè la produzione di grelina, e ci spinge verso cibi ad alto contenuto di grassi e carboidrati. Si intuisce quindi che chi si abitua a fare le ore piccole ogni notte e ad andare quindi a letto molto tardi avrà più probabilità di veder aumentare il proprio peso e sarà costretto a cambiare il buco alla cintura.
A tal proposito fa quindi sfatato il falso mito secondo il quale stando svegli un maggior numero di ore si consuma di più, è esattamente il contrario. Dormendo bene e tanto, cioè dalle 7 alle 8 ore per notte, che si riesce a tenere sotto controllo il proprio peso.
Ovviamente se a tavola non abbiamo regole né limiti e non facciamo alcun tipo di attività fisica è inevitabile che si prenda del peso. Non possiamo concederci stravizi durante il giorno e dimagrire o comunque mantenersi in linea semplicemente dormendo tanto.
Le ore di sonno che stiamo consigliando vanno intese come un arricchimento di un percorso, come la più naturale conclusione di una giornata trascorsa adottando uno stile di vita salutare.
Si evince che per stare bene con se stessi e raggiungere uno stato di benessere sia fisico che mentale è importante ascoltare e rispettare il proprio corpo tanto di giorno quanto di notte. Solo unendo un po’ di sano movimento ed una dieta equilibrata a delle lunghe e beate dormite notturne si possono ottenere i risultati migliori. Tutti gli altri casi non sarebbero equilibrati e finirebbero per compromettere gli sforzi fatti: si prenda infatti come esempio una persona che va in palestra per mantenersi in forma e poi tutte le sere va a dormire dopo le 3 perché guarda fino a tardi la televisione e magari si fa anche uno spuntino notturno. Mangiare di notte, dopo cena, è poco utile, anzi è contro produttivo, vanifica la sessione di allenamento effettuata durante il giorno, equivarrebbe come a non averla fatta.
Tuttavia sappiamo che molte persone dormono poco perché soffrono di alcuni disturbi del sonno, tra i quali l’insonnia è la più frequente. Il nostro consiglio è quello di rivolgersi a degli specialisti per risolvere il proprio problema prima che questo peggiori e prima che porti alla comparsa di altre problematiche, come l’aumento del peso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *