Categories:

Le fiabe della buonanotte: perché raccontarle al tuo bambino

Le fiabe e le favole fanno parte della nostra cultura fin da tempi lontanissimi. Si tratta, infatti, di storie in cui realtà e fantasia si mischiano al fine di promuovere e tramandare tradizioni, regole, valori, ideologie, paure, speranze e desideri insiti negli individui e nelle società umane fin dagli albori della loro esistenza. I tanti mezzi d’intrattenimento e i ritmi sociali sempre più sincopati hanno, ultimamente, indotto a trascurare la buona abitudine di raccontare ai bambini queste importantissime storie, fondamentali per il loro sviluppo interiore. Inoltre, spesso, i bambini stessi sembrano disinteressarsi alle fiabe e alle favole, questo è però dovuto ad una narrazione monotona e priva di coinvolgimento oppure a storie ormai obsolete o inadatte all’età del piccolo ascoltatore e non ad un disinteresse reale. Le storie di fantasia, infatti, non solo sono amate dai bambini ma sono cruciali per la loro crescita.

In primis attraverso queste narrazioni il bambino accresce le sue conoscenze e le sue strutture mentali e verbali, acquisendo sempre più facilmente nuove nozioni, costrutti logici e ampliando senza difficoltà il suo vocabolario. Attraverso le fiabe, impartiremo poi nel bambino, valori e regole importanti che potrà riscontrare e mettere in pratica più agevolmente nella vita di tutti i giorni e gli indicheremo, in oltre, ruoli, figure di riferimento e dinamiche relazionali con maggiore efficacia grazie alla perfetta simbologia contenuta in queste storie.

Un ulteriore aspetto di fondamentale importanza è dato dal potere dell’immedesimazione. Grazie all’empatia il bambino è in grado di rivivere, tramite i personaggi delle fiabe, gli aspetti emotivamente critici della sua quotidianità e di rielaborarli. Questo gli permetterà di ritrovare e identificare le emozioni da lui vissute, comprendendole e imparando ad esprimerle. Ma gli offrirà anche la possibilità di strutturare il suo carattere sulla base di un sano ottimismo e di una sana combattività che gli permetteranno di affrontare i crucci quotidiani risolvendoli in modo sempre più cosciente e razionale. Potrà accadere, ad esempio, che il vostro bambino desideri ascoltare più e più volte la medesima storia: questo meccanismo, tipico nell’infanzia, è proprio dovuto alla volontà inconscia di rivivere attraverso la fiaba le sue vicende personali e di trovare in essa soluzioni e modalità di superamento di esperienze o fasi critiche.
In ultimo, è importante sapere che le fiabe sono un mezzo per mantenere vivo e rendere sempre più profondo il rapporto tra bambino e adulto. L’attenzione che gli dedicherete sarà da lui recepita e lo aiuterà ad avere maggiore fiducia nel vostro amore e in sé stesso. La quiete tipica della fiaba della buonanotte, poi, gli permetterà di rilassarsi in pieno comfort stimolando un senso di calma e protezione e rendendolo capace di affrontare ansie e paure in modo sereno. Il sonno, inoltre, permette al bambino di rafforzare la memoria e di rielaborare le esperienze vissute e le cose apprese durante la giornata e, la fiaba della buonanotte, è uno strumento perfetto per migliorare e fortificare questo aspetto del riposo. Infine, il relax e la sicurezza indotta dalla fiaba, e dalla figura amorevole che la racconta, permetterà al bambino di rallentare i battiti cardiaci e allentare lo stress e le tensioni della giornata, conciliando il sonno e preparandolo al riposo nel modo migliore possibile.

Se non sapete quali storie sono più adatte ai vostri bambini potete informarvi tramite maestre ed educatrici, recarvi in libreria e acquistare testi adeguati oppure visitare i tanti siti che trattano l’argomento. Ma, soprattutto, l’ideale è ascoltare le richieste e le proposte dei vostri bambini: imparando a mediare e ad orientarvi tra le loro esigenze espresse e quelle inespresse li renderete ancor più felici e partecipi della loro crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *